• Salone parrucchieri

Vuoi aprire un tuo salone da parrucchiere? Ecco i primi passi da fare

Aprire un proprio salone da parrucchiere è un sogno comune nel mondo dell’hairstyle. Tuttavia, dobbiamo essere realisti: non è una strada per tutti. Bisogna avere infatti uno spirito imprenditoriale, perché il gestore di un salone è prima di tutto un imprenditore, ancora prima che un parrucchiere. Perché? Te lo spieghiamo subito.

I documenti necessari per aprire il tuo salone di hairstyle

Oltre a tanta passione e visione del futuro, a livello burocratico ti serve avere prima di tutto il diploma di parrucchiere, cioè la qualifica professionale di acconciatore.

La regolamentazione fa riferimento alla Legge n. 174 del 2005, alla quale si aggiungono le leggi regionali che specificano il percorso per ottenere la qualifica.

La formazione regolamentata in Emilia Romagna, per esempio, prevede diverse strade: si può partecipare a un corso di qualificazione di 1.800 ore, oppure seguire un corso di formazione teorico di 300 ore se si lavora almeno un anno come apprendista oppure dopo 3 anni di contratto lavorativo.

Dopo il corso c’è l’esame teorico-pratico, superato il quale si ottiene il titolo di acconciatore.

Oltre alla qualifica professionale, per aprire un salone servono partita IVA e Codice Fiscale associato all’esercizio commerciale (rilasciati dall’Ufficio delle Entrate della zona) e la licenza (messa invece a disposizione dal proprio Comune, oppure ceduta da un parrucchiere che vuole chiudere la propria attività).

È necessaria inoltre la cosiddetta SCIA, ovvero la Segnalazione Certificata Inizio/Modifica Attività, da presentare allo sportello unico della Camera di Commercio, nonché tutti i necessari permessi ASL.

Ti consigliamo di informarti anche per altri eventuali obblighi, perché alcune norme possono variare da Comune a Comune (qui le norme del Comune di Bologna).

È bene ricordare che affidarsi a un commercialista di fiducia è la soluzione migliore per avere supporto burocratico non solo per la fase di avvio, ma anche per tutta la durata dell’esercizio.

Hai un’idea chiara del tuo futuro salone?

Ancora prima di avere tutte le carte in ordine è importante mettersi a tavolino e cominciare a scrivere un business plan.
È qui infatti che dovrai calcolare la quota di investimento iniziale, il budget a disposizione, l’eventuale ricorso a finanziamenti, il tipo di negozio che intendi creare (qui è fondamentale uno studio della concorrenza) e quanto personale avere.

Un’altra scelta basilare è poi quella del luogo fisico. Dove si troverà il salone? Meglio se in un posto molto frequentato come centri commerciali oppure su strade “vive” e ben collegate, sempre quindi in posizioni strategiche e facilmente raggiungibili.

Inoltre, devi avere in mente il tuo pubblico ideale: chi vuoi attrarre nel tuo salone? Quali servizi vuoi offrire? In quale fascia di prezzo?

Il salone è aperto! Ecco cosa ricordare

Dopo l’apertura del nuovo salone è fondamentale investire tempo e soldi in attività di promozione, anche base. Non scordarti i social: non importa essere su tutti i social, ti consigliamo però di aprire almeno la pagina Facebook, magari affidandola a un esperto di social media management.

È importante poi pensare a promozioni dedicate ai clienti, per attrarne di nuovi oppure per fidelizzare quelli già esistenti.

Un ultimo consiglio, secondo noi importantissimo: mai smettere di imparare. Investi in corsi di aggiornamento per te e per i tuoi dipendenti, vedrai che nuove competenze portano sempre nuove soddisfazioni.

Per questo noi di Palmer School proponiamo corsi intensivi per una formazione continua dei parrucchieri e corsi per l’apprendistato.

Stai cercando un corso per fare il primo passo verso il tuo sogno di aprire un salone tutto tuo? Dai un’occhiata al corso biennale per parrucchieri, in partenza a ottobre 2018.

Ti aspettiamo!

2018-06-15T12:45:57+00:00